Il castello e il centro storico di Fiumefreddo Bruzio - fotodellacalabria.it

fotodellacalabria.it
Spunti fotografici di storia, archeologia e paesaggio calabresi
Vai ai contenuti
©  foto: Nunzio Bilotta

Per avviare la presentazione desiderata: clic o tocco sulla sua miniatura.

Il castello
Il centro storico
Note

Il Comune di Fiumefreddo Bruzio viene annoverato fra i borghi più belli d'Italia e fa parte di quei  piccoli, grandi tesori di quella Italia e di quella Calabria  da scoprire. Girando fra le stradine del centro si avverte la netta sensazioe di trovarsi in uno di quei luoghi,  ritagliati a misura d'uomo, in cui il tempo sembra essersi fermato. Da qui si gode una vista  stupenda e mozzafiato del  sottostante litorale tirrenico che nessuna foto al mondo vi potrà mai descrivere interamente nella sua tipica bellezza.

Il castello

Esso è, probabilmente, uno dei punti di maggiore interesse  turistico e... fotografico di Fiumefreddo Bruzio.  Gli scorci architettonici  e panoramici che esso offre sono una autentica ghiottoneria per i fotografi e i turisti appassionati del genere.  Esso è situato in uno scenario che definire panoramico è riduttivo. La sua posizione strategica consente una vista molto ampia del sottostante litorale e della retrostante catena  del Monte Cocuzzo.  Nell'interno, da poco restaurato (2013) , vi sono affreschi di Salvatore Fiume non  presenti, purtroppo, in questa galleria fotografica per evitare possibili violazioni dei diritti d'autore.

Il centro storico

Appena si varca il portale d'ingresso, si viene  avvolti da un'atmosfera alquanto ovattata che porta in una dimensione temporale già passata. Ogni tanto si viene riportati alla realtà dall'ingresso di un residente con la sua auto o dalla presenza di  altri inequivocabili segnali di modernità quali, ad esempio  antenne  satellitari o cavi telefonici a vista. Camminando fra i vicoli si sente anche   il suono di qualche radio  che,   fuoriuscendo  da una finestra aperta, si diffonde fra le stradine vicine dissolvendosi pacatamente man mano che ci si allontana. Uno degli aspetti belli di questi vicoli, non pienamente descrivibili con le foto,  è che, essendo alquanto ristretti, essi favoriscono la conversazione all'aperto tra vicini dirimpettai, praticamente senza  che essi escano dalla loro  casa. Non mancano, inoltre, i buoni profumi di sana cucina mediterranea che provengono dalle finestre aperte delle cucine che  spesso si trovano a piano terra e che si affacciano  direttamente sui vicoli. Il resto lo si  lascia raccontare alle foto.

                                                                                                      N. Bilotta

v. 18.0.2  -  Created with WebSite X5 Evo 2022_1_7
Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta, se devi spiegarla vuol dire che non è venuta bene. (Ansel Adams)
Ci sono due persone in ogni foto: il fotografo e l’osservatore. (Ansel Adams)
Non ci sono regole per una buona foto, ci sono solo buone fotografie. (Ansel Adams)
Delle volte arrivo in certi luoghi proprio quando Dio li ha resi pronti affinché qualcuno scatti una foto. (Ansel Adams)
Le immagini non sono figlie della realtà, ma sono figlie dell’uomo. Casomai sono nipoti della realtà. E sono parenti di Dio. (Leonardo Da Vinci)
La cosa più difficile in fotografia è rimanere semplici. (Anne Geddes)
L’acquisto di una macchina fotografica non fa di te un fotografo. Fa di te il proprietario di una macchina fotografica. (Anonimo)
Non esiste la fotografia artistica. Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare. Nadar (Gaspard Félix Tournachon)
Molti ritengono che le mie immagini rientrino nella categoria delle “foto realistiche”, mentre di fatto quanto offrono di reale risiede solo nella precisione dell’immagine ottica; i loro valori sono invece decisamente “distaccati dalla realtà”. Ansel Adams
Fotografia. Un’austera e sfolgorante poesia dal vero. Ansel Adams
Le prime 10.000 fotografie sono le peggiori. Henri Cartier-Bresson
Non fai solo una fotografia con una macchina fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto, i libri che hai letto, la musica che hai sentito, e le persone che hai amato. (Ansel Adams)
Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura. (Henri Cartier-Bresson)
Penso che un corso di fotografia dovrebbe essere obbligatorio in tutti i programmi scolastici perché ti fa non solo guardare il mondo, ma anche vederlo. (Anonimo)
Sono un voyeur e chi come fotografo non lo ammette è un cretino. (Helmut Newton)
E' vero che ogni fotografo è "voyerur"  ma guardare, in fotografia, è la necessaria fase antecedente al "vedere".  (Anonimo)
Scambierei volentieri tutte le immagini dipinte di Cristo con una sua foto. (George Bernard Shaw)
Una bella fotografia racconta una storia, rivela un luogo, un evento, uno stato d’animo, è più potente di pagine e pagine scritte. (Isabel Allende)
Imparare a vedere, è il tirocinio più lungo in tutte le arti. (Edmond De Goncourt)
Fare dodici buone fotografie in un anno è un ottimo raccolto. (Ansel Adams)
La mia attrezzatura è quell’insieme di oggetti che si trovano tra l’occhio e il cuore… (Wolf)
Una foto è l’espressione di un’impressione. Se il bello non era in noi, come potremmo mai riconoscerlo? (Ernst Haas)
– Una sera un mio amico che si diletta di fotografia, invitato a cena, mostrò alcune foto che aveva portato con sé.
La padrona di casa, guardandole, esclamò: “Bellissime, deve avere una macchina fotografica eccellente!”.
Al momento di andare via, il mio amico rivolto alla padrona di casa disse: …”Ottima cena: lei deve avere pentole di buona qualità!”. (Simon Evans)
Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate. (Diane Arbus)
Si riconosce facilmente il fotografo professionista in mezzo al gregge di turisti: è colui che nasconde la sua macchina. (Roland Topor)
La Terra è arte, il fotografo è solo un testimone. (Yann Arthus-Bertrand)
“Al commento - non ci sono persone in queste fotografie - in genere replico: - ci sono sempre due persone, il fotografo e l'osservatore.”  (Ansel Eastom Adams)











© tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti